Pc o Mac? Lettera a mio zio su quale computer scegliere

Pc o Mac, questa è la domanda che spesso ti poni, specialmente da quando hai iniziato ad utilizzare l’iPhone o l’iPad e ti sei accorto che hai iniziato ad usarlo senza problemi. Per rispondere a questa domanda, ho deciso di pubblicare una mail che ho spedito a mio zio che mi ha chiesto recentemente informazioni riguardo l’acquisto di un nuovo computer portatile ed era indeciso su un pc o un mac, probabilmente risponde anche alle tue domande. 

Ciao ‘Zi
scusa il ritardo con il quale ti scrivo, ma ho avuto un tot di contrattempi ed impegni vari, ogni tanto lavoro anche io, oltre agli impegni con i figli e nel sistemare la casa con i lavori che abbiamo fatto, ecco una ragionamento che condivido con te sulla differenza tra un Pc e un Mac e perché secondo me dovresti comprare un Mac.

Iniziamo dal fattore utilizzo che secondo me è l’ingrediente fondamentale che dovrebbe essere considerato al momento dell’acquisto di un nuovo computer, perché tutti noi “non usiamo” direttamente un hardware (cioè i componenti fisici del computer), ma il suo software, cioè quello che lo fa girare. La differenza sostanziale d’utilizzo tra un pc e un mac è la facilità d’uso del mac rispetto al pc (tanti potrebbero dire il contrario, ma lo dicono solamente per abitudine e non conoscenza), la differenza è abissale, soprattutto adesso che windows monta la versione 10, che a mio avviso è un vero disastro d’interfaccia (la parte del software che ti fa utilizzare il computer quando lo accendi). 
Il secondo problema fondamentale riguardo l’utilizzo è che per il pc esistono decine di migliaia, forse milioni di virus, malware, ransomware (ti prendono in ostaggio il pc) e via dicendo, per il mac no, nemmeno uno, questo ovviamente si trasforma in una maggiore tranquillità nell’affrontare l’utilizzo quotidiano del computer e la navigazione in internet e il non dover sostenere inutili spese per essere protetti, spese che poi non calcoli quando fai un acquisto.
Fattore economico ad un primo sguardo superficiale il mac sembrerebbe costare di più, puoi trovare un pc anche a 400/500 €, il mac più economico parte da 999 € MacBook Air da 13” (fonte volantino Euronics), ma ovviamente come puoi trovare una Fiat punto a 8.700 € (costa meno della Panda) trovi un Audi Q3 a 30.000 €, eppure sono entrambe delle automobili con 4 ruote, l’aria condizionata ed il servosterzo, trasportano almeno 4 persone e ti portano da un punto A ad un punto B, ma qualche differenza ci sarà pure no?
Quindi se il tuo budget per l’acquisto di un nuovo computer portatile non arriva a 1.000 € è inutile che continui a leggere e ti compri un bel pc, se invece vuoi avere una vita informatica migliore ne possiamo parlare (quindi continua a leggere). Ah dimenticavo, nel fattore economico, quindi nei costi del pc, devi anche aggiungere i costi che affronteresti negli anni per farlo tornare performante, le riparazioni e via dicendo.
Fattore compatibilità da sempre i detrattori del pc hanno puntato l’indice contro il mac, sbandierando la compatibilità tra il “mondo esterno” e l’ecosistema mac, dicendo che il Mac è un sistema chiuso, e che non ci puoi installare tutto quello che ti pare. 
Premettendo che utilizzo il mac da almeno 20 anni e francamente in tutto questo tempo non mi sono mai sentito frustrato dal non poter utilizzare qualcosa, quando ne ho avuto il bisogno, ho installato uno dei tanti virtualizzatori (sono dei software che ti consentono di utilizzare diversi sistemi operativi sullo stesso computer) per Mac che ti consentono di utilizzare windows senza avere un pc e ho fatto tutto quello che mi serviva. Poi nel caso estremo in cui ti serva proprio usare windows, il mac tramite BootCamp (non è una virtualizzazione), può trasformarsi in un pc vero e proprio, installando su una partizione (suddivisione del disco) una versione ufficiale di windows e selezionando all’avvio del mac quale sistema operativo vuoi usare (Apple o Windows) ed in questo modo risolveresti tutti i tuoi problemi di compatibilità, avendo allo stesso tempo un computer al 100% Apple e 100% Windows.
Fattore software anche qui altro mito da sfatare, che il mac sia povero di software. Tutti i Mac vengono venduti con una serie di software base gratuiti che ti consentono di fare tutto quello che la vita digitale ti richiederà, senza applicare costi aggiuntivi, anche se capisco che la tua vita digitale non è poi così estesa, ma potrebbe essere un buon motivo per imparare cose nuove facilmente. Al posto del pacchetto Office (esiste anche in versione Mac) ci sono Pages (editor di testi), Numbers (foglio di calcolo) e Keynote (presentazioni), poi c’è Foto (gestione fotografie) e iMovie (montaggio video), oltre ad altre decine di programmi subito disponibili che possono soddisfare le tue esigenze, tutti gratuiti. Poi c’è l’App store, dove puoi trovare tantissimi programmi per qualsiasi esigenza, alcuni sono gratis, altri sono a pagamento. Anche per quello che riguarda il software “diversamente comprato”, c’è un ampia disponibilità, basta cercare su Google con i termini giusti (per esempio Mac Torrent) e si troveranno migliaia di software “gratis”… ma questo potrebbe non interessarti.
Fattore bellezza anche se non è funzionale all’utilizzo, i mac sono proprio belli da vedere e da usare, visto che tu sei appassionato di oggetti “diversamente moderni”, non ti dispiacerà sicuramente avere un computer Apple sulla tua scrivania. Poi i MacBook Air sono computer portatili molto leggeri, quindi anche nei tuoi viaggi, potrai portartelo appresso agevolmente senza problemi, potresti anche considerare di prendere il modello da 11” e poi collegarlo ad un monitor esterno per vederlo più grande, ed avere ancora meno peso da portarti appresso.
Insomma spero che questa mia mail ti sia di chiarimento, visto che ho fatto un analisi approfondita, approfitterò per pubblicarla anche sul mio sito, in maniera tale che anche altre persone ne possano beneficiare di queste mie considerazioni su Pc o Mac.
Se vuoi approfondire la questione rispondimi via mail, oppure chiamami.
ciao a presto
Andrea