Ecco perché conviene aggiornare a Mavericks 10.9

Probabilmente vi starete chiedendo per quali motivi aggiornare il sistema operativo del vostro Mac alla più recente versione di Mavericks (Mac OS X 10.9). La risposta è abbastanza semplice e non si ferma agli aspetti “estetici” delle App che cambiano il loro aspetto, ma si basa principalmente ai cambiamenti sotto il cofano, che sono invisibili alla maggior parte delle persone, ma di cui tutti beneficiano, iniziamo quindi con l’elenco:

Efficienza energetica

È stata fatta una grossa ottimizzazione della durata della batteria, Apple con i suoi ingegneri ha lavorato duro per fare in modo che le App lavorino al meglio delle loro performance, e che quando sono in secondo piano, perché state leggendo una mail o navigando su internet, le altre applicazioni consumino meno energia possibile. Questo oltre ad andare a vantaggio del consumo della batteria sui portatili, riduce anche l’uso del processore, il che avvantaggia anche i computer desktop.

Compressione della memoria RAM

Quando il vostro Mac inizi a riempire al massimo la RAM del vostro computer, entra in funzione la compressione della RAM, che comprime la memoria utilizzata fino a quel momento in quasi la metà dello spazio prima utilizzato (es. 6GB di RAM vengono compressi in 4 GB di RAM), quando il sistema ha bisogno di nuovo della memoria compressa, questa viene istantaneamente liberata per poter essere immediatamente utilizzata.

Questi sono due degli aspetti importanti che sono sotto il cofano di Mavericks insieme a tanti altri, se siete curiosi di sapere quali sono gli altri, leggete questo documento su OS X Mavericks Core Technologies Overview.

Gli aspetti per i quali sicuramente conviene aggiornare, sono indubbiamente anche i nuovi software a corredo, ad iniziare da iBooks, lo stesso software presente su iPhone e iPad, che vi consentirà di iniziare a leggere un libro o un manuale su uno dei dispositivi mobili e continuare sul Mac (e viceversa). Ovviamente anche le note e gli appunti che avrete preso sul libro, saranno condivisi tra tutti i dispositivi.

Mappe è un’altra applicazione che ritroviamo comunemente su iPhone e iPad, in questo caso, ci consente di fare una pianificazione direttamente sul Mac e poi inviarla all’iPhone. Grazie ai recenti aggiornamenti, adesso verremo informati anche sulla stima del traffico e del tempo che ci vorrà a raggiungere l’obbiettivo.

Il Calendario è stato aggiornato esteticamente ed è stata aggiunta la fondamentale funzione di inserimento della mappa e della stima di percorrenza. Automaticamente l’appuntamento viene anticipato, tenendo conto dei tempi di percorrenza.

Essenziale l’aggiunta dei Tag per poter meglio organizzare il proprio lavoro. È possibile da ogni documento aggiungere i tag mentre si sta’ lavorando e richiamare i documenti appartenenti a quel tag appena ce ne sarà il bisogno.

Finalmente una funzione per chi come me utilizza monitor multipli, adesso il menù è visibile su tutti gli schermi o sull’Apple Tv.

iPhoto e iMovie sono finalmente a 64 bit. Vuol dire che vanno più veloci e che sfruttano a pieno le potenzialità dei processori Intel.

Come ultima motivazione per aggiornare è che Mavericks (Mac OS X 10.9) è gratis!